It looks like you're using Internet Explorer

Unfortunately Internet Explorer is an outdated browser
and cannot properly display modern websites.
To view this website, you will need to upgrade your browser.

Archetipo Del Mese

IL GUERRIERO DI LUCE
Marco Tesi
agosto
2020

Possiamo incarnare questo archetipo solo attraverso il nostro cuore, allo scopo di essere a servizio della nostra vera essenza.
Un servizio che inizia realmente solo quando andiamo in allineamento con noi stessi, ovvero con la nostra ombra e la nostra luce, è dall’integrazione delle nostre ombre che il guerriero di luce si manifesta. Hai capito bene, durante il mese di Agosto navigheremo all’interno delle nostre ombre e delle nostre proiezioni mentali ed emozionali.

Il guerriero infatti riguarda la comunicazione e l’integrità con noi stessi e chi ci circonda, colui che illumina i nostri confini dopo un viaggio profondo nel buio. Anche il Sole crea ombre, riconoscerle è il primo requisito per diventare un guerriero di luce, un re che guida dallo spazio del cuore.

L’ombra del guerriero siede nell’incapacità di ascoltare noi stessi e gli altri, nel nostro continuo giudicare noi stessi e gli altri. Il guerriero richiama alla responsabilità!

Un concetto che Daniel Meurois riassume perfettamente in queste righe:
“Il grado di coerenza si misura dal rapporto che esiste tra il mondo interiore di un essere ed il suo mondo esterno. Incarnare ciò ci permetterà di evitare la grande malattia del 2020: la…vittimite.”

Alla fine il guerriero c’insegna la diretta ed aperta comunicazione assieme alle chiare azioni giornaliere a cui noi stessi dobbiamo far riferimento nel quotidiano.

Se l’amante ci fa conoscere la nostra essenza è anche vero che il guerriero protegge quell’essenza creando il terreno fertile per manifestare in futuro il nostro scopo più vero nel mondo.
Il guerriero ci chiede: Cosa facciamo oggi? A cosa servirà questa azione?

Se il tuo guerriero potesse parlare direbbe
“Io sono il guerriero di luce che siede alla porta del tuo Cuore, sono il braciere del tuo Fuoco. Sono a servizio di esso cosicché la tua vita sarà salva ed il tuo regno ancora intatto al termine dei tuoi giorni. Io sono l’incudine ed il martello, l’azione semplice e quotidiana che forgia i tuoi strumenti di luce. Io sono il compagno a servizio, ti chiedo in cambio l’accoglienza nel rifugio del tuo cuore, altrimenti testardo m’inoltrerò alla ricerca di esso in una landa desolata combattendo con interminabili fantasmi.

Vivo a difesa dell’Amore e la cosa che chiedo in cambio è un letto nel sacro spazio del tuo Cuore.”