It looks like you're using Internet Explorer

Unfortunately Internet Explorer is an outdated browser
and cannot properly display modern websites.
To view this website, you will need to upgrade your browser.

Archetipo Del Mese

L’AMANTE
Marco Tesi
luglio
2020

Sentirsi vivi all’interno di noi, fuoco della visione ed iniziazione del nostro scopo. L’essenza, la nostra parte più vera che ci ha portato in questo mondo, in questa vita, a giocare attraverso la nostra adolescenza attraverso questo archetipo, l’Amante.

L’Amante è passionale ma con confini ben precisi, con chiarezza, costanza e disciplina. L’Amante prende la direzione del Padre, il tuo bambino interiore è protetto dalla tua abilità di essere il Padre di te stessi.

In numerologia l’amante si relaziona con i numeri 2 e 3, il seme in germinazione, il progetto dove il primo passo deve ancora essere compiuto. Il dubbio tra il fare ed il non fare dell’adolescente, un passaggio dovuto che va vissuto per imparare a giocare il nostro ruolo prima di andare nel grande palcoscenico. Per realizzarci e passare quindi al numero 4, la stabilita come le zampe del tavolo. Uno scopo, un’azione, un desiderio che è stabile, ancorato nel mondo materiale. Nella Terra.

Informa il tuo Scopo riguardo chi Sei.

Per cui questo è il punto dove guardiamo al ragazzo all’interno di noi chiedendogli di cosa ha bisogno. Il fondamento della mascolinità tossica è qui, arriviamo nel mondo con la nostra vera essenza ma impariamo subito a metterci l’armatura per giocare in questo playground.

L’ombra dell’amante si mostra con dipendenze nella ricerca di piacere estremo, sesso, droga, cibo. La dipendenza senza percezione o disciplina nel riconoscere quando fermarsi nel ricercare il piacere. Rinuncia all’impegno in quanto assente nella disciplina.

L’altro aspetto dell'ombra è la depressione nell’uomo che non sa più accedere all’amore per se stesso. Tagliato dalle sue passioni preferisce sognare riguardo alla sua vita piuttosto che affrontarla e prendere azione.

L’Amante siede tra il Padre, la Madre ed il Guerriero.

A servizio,
Marco

Archivio